Dieta South Beach

0
110

La Dieta South Beach è stata elaborato da un cardiologo Americano del prestigioso Mount Sinai Medical Center. Questo regime alimentare è stato ideato per rendere alla portata di tutti il dimagrimento a partire dai pazienti cardiopatici.

Chi vuole intraprendere la South Beach deve dare un “arrivederci” ai carboidrati e zuccheri e cimentarsi nello studio di tre fasi ben precise, andiamo nello specifico:

ATTACCO

Dura mediamente 15 giorni, vengono eliminati completamente i carboidrati e si possono assumere sole proteine magre, pesce, verdure e frutta secca. Dobbiamo mangiare 6 volte al giorno (3 pasti principali e 3 spuntini)

Alimenti vietati:

  • qualsiasi tipo di zucchero quindi che lo zucchero da aggiungere al caffè, gelati e dolci
  • formaggi grassi come parmigiano, pecorino, emmenthal, groviera, gorgonzola, yogurt, latte vaccino, burro
  • alcuni tipi di carne come anatra, fegato, tagli di carne rossa grassa o medio grassa
  • tutti i carboidrati complessi anche se integrali come pane, patate, cereali, pasta, riso
  • succhi di frutta contenenti zuccheri
  • verdure con indice glicemico alto come barbabietole, sedano, finocchi, bietole, broccoli, carote, mais
  • frutta
  • alcolici

Alimenti concessi:

  • verdure a basso indice glicemico come pomodori, cipolle, carote, barbabietole
  • carni bianche a basso contenuto di grassi come pollame, coniglio, prosciutto cotto
  • carni rosse a basso contenuto di grassi come manzo e vitello parti magre
  • carne bianca come tacchino, pollo, coniglio
  • uova
  • noci
  • tutti i tipi di frutti di mare
  • fagioli e ceci
  • formaggi a basso contenuto di grassi come formaggi freschi, mozzarella, caprino, ricotta fiocchi di latte e scamorza
  • caramelle senza zucchero

In questa fase è possibile perdere 6 kg in 15 giorni


REINTEGRO

Passati i 15 giorni di attacco vuol dire che questo tipo di regime alimentare inizia seriamente ad interessarci. Con il reintegro è possibile inserire alcuni alimenti come carboidrati, frutta e vino … non esultate troppo perché ci sono dei vincoli, non tutti i tipi sono concessi.

Questa fase dura fino al raggiungimento del peso forma!!!

Ecco la lista degli alimenti che possono essere reintegrati:

  • una porzione giornaliera di pasta o riso o pane integrali o crackers integrali (massimo 60 grammi al giorno)
  • latticini a basso contenuto di grassi
  • frutta a basso contenuto di zuccheri
  • nuovi tipo di ortaggi come piselli, carote, zucca, patate dolci e patate
  • cioccolata fondente al 70%
  • yogurt magro
  • 1 o 2 bicchieri al giorno di vino
  • budino senza grassi
  • bere 1,5 litri di acqua al giorno

MANTENIMENTO

Abbiamo perso tutti i kg di troppo e finalmente possiamo iniziare la fase del mantenimento. Possiamo aggiungere i grassi saturi e tutti i tipi di carboidrati tenendo sotto controllo l’indice glicemico degli alimenti. L’equilibrio è fondamentale perché non rispettando uno stile alimentare corretto riprenderemo tutti i kg persi con gli interessi.

In tutte le tre fasi viene consigliato una moderata attività fisica per aiutare la perdita di peso e tonificare i muscoli.

I nutrizionisti hanno pareri discordanti su questo tipo di alimentazione e soprattutto quelli Italiani poiché è troppo distante dalla nostra cultura alimentare oltre a propendere un tipo di alimenti (proteici) rispetto alla varietà data dalla dieta Mediterranea dove non esiste un indice glicemico degli alimenti per perdere peso, ma il segreto è nella quantità di cibi e di conseguenza nelle calorie assunte.

LEAVE A REPLY