Lenticchie, Il legume più antico coltivato dall’uomo

0
1543

Il legume più antico coltivato dall’uomo, le prime tracce risalgono addirittura al 7000 a.c.

Sono considerate la carne dei poveri, ricche di fibre, sali minerali e vitamine, un vero piatto unico che sostenevano i più poveri anche nei periodi di forte carestia in quanto facilmente reperibile e poco costoso.
Le lenticchie vengono consumate esclusivamente cotte poiché crude non sono digeribili a causa della presenza di fattori antidigestivi che vengono distrutti dal calore.
Le lenticchie più pregiate sono quelle Italiane, parliamo di quelle di Castelluccio di Norcia in Umbria cha hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento della Indicazione Geografica Protetta (IGP) in generale l’antico legume ha un alto valore nutritivo con bel il 25% di proteine, il 53% di carboidrati ed il 2% di olii vegetali. Inoltre sono ricche di fosforo, ferro e vitamine del gruppo B.

Passiamo in cucina e prepariamo un gustoso piatto di Pasta e Lenticchie in versione Longevità …o scopri tutte le nostre ricette a base di Lenticchie….

Le lenticchie sono indicate per:

  • Prevenzione dell’arteriosclerosi (i grassi contenuti sono di tipo insaturo)
  • Favoriscono l’apparato intestinale (grazie alla grande quantità di fibre)
  • Regolarizzano il livello del colesterolo (grazie alla grande quantità di fibre)
  • Grazie ai soflavoni hanno la capacità di “pulire” l’organismo
  • Proprietà antiossidanti
  • Grazie alla Tiamina, migliorano i processi di memorizzazione
  • Grazie alla Vitamina PP equilibrano il sistema nervoso (azione antidepressiva e antipsicotica)

Le lenticchie sono indicate per tutti coloro che necessitano di ferro mentre sono sconsigliatissime nel soggetti iperuricemici (presenza nel sangue di un’elevata concentrazione plasmatica di acido urico)

Le scatole sono le più pratiche e veloci da cucinare, basta avere l’accortezza di metterle in “ammollo” da un minimo di 4 ore ad un massimo di 12 ore con l’aggiunta di bicarbonato (un cucchiaio per ogni litro di acqua). A contatto con l’acqua, il bicarbonato si scioglie liberando anidride carbonica e acqua, quindi il calcio si deposita sul fondo e sulla superficie dei legumi contenuti nella pentola, indurendone la superficie e rallentandone la cottura. Ecco perché viene utilizzato il bicarbonato: per aumentare la concentrazione degli ioni che hanno il compito di evitare la formazione della pellicola sulla superficie dei legumi, rendendoli poco gradevoli.


Valori nutrizionali

Lenticchie bollite (100 gr)

Calorie 116
Grassi 0,4 g
Acidi grassi saturi 0,1 g
Acidi grassi polinsaturi 0,2 g
Acidi grassi monoinsaturi 0,1 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 2 mg
Potassio 369 mg
Carboidrati 20 g
Fibra alimentare 8 g
Zucchero 1,8 g
Proteine 9 g
Vitamina A 8 IU Vitamina C 1,5 mg
Calcio 19 mg Ferro 3,3 mg
Vitamina D 0 IU Vitamina B6 0,2 mg
Vitamina B12 0 µg Magnesio 36 mg

Adesso passiamo in cucina e prepariamo un gustoso piatto di Pasta e Lenticchie in versione Longevità …o scopri tutte le nostre ricette a base di Lenticchie….

LEAVE A REPLY