Light è sinonimo di leggerezza e salute?

0
303

 

Il tema degli alimenti alleggeriti è da sempre teatro di aspre battaglie. Da una parte si schierano i difensori accaniti, che affermano che la differenza tra light e prodotti tradizionali non si riduce a un numero minore di calorie ma anche a un minor contenuto di grassi, di zuccheri e così via. Dall’altra parte vi è la scienza e spesso anche il buon senso: non sempre, infatti la dicitura “light” o “magro” presente sulla confezione corrisponde a un prodotto davvero meno ricco e calorico. Come ci spiega Marco Bianchi e Lucilla Titta nel libro “I cibi che aiutano a crescere” per fortuna possiamo avere un riscontro immediato e oggettivo: lasciamo parlare le etichette dei prodotti alleggeriti confrontandole con quelle dei corrispettivi tradizionali. Spesso la differenza si riduce a pochissime calorie, soprattutto per alcune tipologie di alimenti come i biscotti, il cioccolato in tavoletta, lo yogurt, il formaggio e molto altro ancora. Le confezioni dei prodotti alleggeriti sono astute: prima di farci leggere l’etichetta sul retro, dichiarano in bella vista che il prodotto ha un’alta percentuale di grassi o zuccheri in meno. D’accordo, ma rispetto a che cosa? E a quanto? Investire sui prodotti che dicono di farci risparmiare calorie, grassi e zuccheri ci costa di più e soprattutto ci illude di poterne consumare una quantità maggiore. Questa è una delle conseguenze più pesanti dei cibi leggeri. Coinvolge tutti, grandi e piccini, perché buona parte dei prodotti light non presenta specifiche controindicazioni e può essere offerta anche ai bambini. Si tratta di creme dolci, snack, latticini, prodotti da forno, salse, bibite zuccherate che scegliamo perché ci fanno sentire meno in colpa. Un bicchiere di bibita light rappresenta uno “strappo alla regola” che pensiamo di poterci perdonare. E lo stesso atteggiamento indulgente coinvolge anche i bambini, ai quali concediamo uno strato di crema più consistente perché meno dannosa, oppure un bis di troppo. I dolcificanti quasi senza calorie esistono, ma nemmeno questi sono la soluzione corretta per non farci esagerare.

Per stare bene, noi ed i nostri bambini, non dobbiamo passare al light: basta scegliere alimenti salutari, fare attenzione ai condimenti ed abituarci a un gusto non eccessivamente dolce.

LEAVE A REPLY