La frittura è il diavolo a tavola?

0
3906
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

La frittura è uno dei modi di cucinare che rendono i nostri alimenti più buoni. Purtroppo come diceva Shaw le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare.

Ci dobbiamo sentire in colpa dopo aver mangiato un fritto e punirci con un digiuno? Assolutamente NO!

La frittura, salvo problemi patologici, è concessa una volta alla settimana, basta farla a regola d’arte ovvero usare abbondante olio (evo, arachidi, girasole) in quanto gli alimenti devono esserne completamente ricoperti e friggere per pochi minuti senza mai superare i 170-180°C e passare il nostro fritto dorato su carta assorbente.

Consigliabile abbinare la frittura a verdure amare come cicoria, radicchio e rucola poiché contengono sostanze disintossicanti che aiuteranno il fegato ed agevoleranno le funzioni renali.

Alcuni esempi…mangiando la frittura di pesce bisogna iniziare il pasto con un crudités di verdure ed accompagnarla con un carpaccio di carciofi condito con olio e limone. Preparando le verdure fritte come le classiche patatine possiamo abbinare 100 gr di pesce al vapore o carne bianca arrosto. Per mantenere l’indice glicemico in regimi ragionevoli non bisogna aggiungere ulteriori zuccheri al pasto.

LEAVE A REPLY