Un semplice trucco notturno potrebbe fermare il ritorno del cancro al seno

0
6352

Il luminare della longevità prof. Longo mediante i propri profili social ci invita a leggere un interessantissima inchiesta del Telegraph. Lo stesso Longo anticipa la lettura dell’articolo asserendo che “mangiare una cena anticipata o una tarda colazione potrebbe essere la chiave per prevenire il ritorno del cancro al seno. Gli scienziati hanno scoperto che il digiuno per almeno 13 ore durante la notte riduce la possibilità di una ricaduta. Le donne che avevano recuperato da cancro al seno in fase iniziale sono stati seguiti per sette anni per scoprire quali cambiamenti dello stile di vita hanno impedito il ritorno della malattia. Coloro che hanno digiunato per 13 ore, dalla cena al risveglio del giorno seguente, hanno il 36% in meno di probabilità di vedere il loro ritorno del cancro e il 21 per cento in meno di probabilità di morire entro il periodo di follow-up.”

I ricercatori della University of California di San Diego hanno affermato che una ”strategia semplice e fattibile per fermare il ritorno del cancro al seno”, potrebbe essere nel tempo dei pasti ovvero il digiuno che intercorre dalla cena al risveglio del giorno seguente.

Studi precedenti hanno dimostrato che il digiuno per diversi giorni può riavviare il sistema immunitario e proteggere contro l’infiammazione che è nota causa di cancro. “Prolungare l’intervallo di digiuno durante la notte può essere una strategia semplice, non farmacologico per ridurre il rischio di una persona di recidiva del cancro al seno e anche altri tipi di cancro”, ha detto l’autore Catherine Marinac, della UC San Diego Moores Cancer Center. “Precedenti ricerche si sono concentrate su cosa mangiare per la prevenzione del cancro, ma quando si mangia può essere fondamentale perché sembra incidere sulla salute metabolica.”
Più di 50.000 donne con diagnosi di cancro ogni anno in Gran Bretagna e circa il 22% moriranno entro 10 anni, molti decessi avverranno perché la malattia è tornata a diffondersi. Lo studio ha incluso 2.413 non diabetici sopravvissuti al cancro al seno di età compresa tra i 27 e 70 anni che hanno partecipato a uno studio di ricerca multi-istituzionale condotto tra il 1995 e il 2007. “Se gli studi futuri confermeranno che un abituale e prolungato digiuno notturno migliora la salute metabolica, questa sarebbe una scoperta importante nella prevenzione che potrebbe ridurre il rischio di tumori, diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari”, ha detto il dottor Ruth Patterson. Lo studio ha anche riscontrato che ogni aumento di due ore di digiuno notturno è stato associato a più bassi livelli di emoglobina glicata che aumenta quando il livello di zucchero nel sangue diventa troppo alta e può denotare il diabete. Nella ricerca, pubblicata su JAMA Oncologia, gli autori concludono: “Il nostro studio indica che prolungare la durata dell’intervallo di digiuno notturno potrebbe essere una strategia semplice e fattibile per ridurre le recidive del cancro al seno. “I risultati di questo studio hanno implicazioni ampie e significative per la salute pubblica. Studi randomizzati sono necessari per verificare in modo adeguato se prolungare l’intervallo di digiuno notturno può ridurre il rischio di malattie croniche.

Il dott. Richard Berks, Senior Research Communications Officer di cancro al seno, afferma: “Questo studio intrigante suggerisce che, per le donne con cancro al seno, il tempo che intercorre tra il loro ultimo pasto la sera e la colazione del mattino successivo potrebbe avere un’influenza sul fatto che il loro cancro ritorni. Inoltre “Quello che sappiamo è che le donne possono ridurre il rischio di ritorno del cancro al seno, mantenendo un peso sano.”

Gli studi sono in fase di definizione ma ci sono già delle certezze e garantendo al nostro organismo un giusto equilibrio ed un peso nella norma abbiamo la consapevolezza di aver fatto dei passi in avanti verso un benessere generale nel presente e soprattutto nel futuro.

Fonte: sito telegraph; pagina Facebook prof. Longo

LEAVE A REPLY