Dieta perfetta ma senza risultati, ecco il perché!!!

0
4363
Tailored diet. Skinny woman is happy because she can eat huge meals, while the overweight woman is looking sadly at her because she has to eat just a few leaves of lettuce. Selective focus.; Shutterstock ID 79971595; PO: febbraio

 

Ci siamo convinti, iniziamo una dieta ed uno stile di vita regolare ma passano i giorni, le settimane ed i risultati tanto sperati tardano ad arrivare? La risposta arriva da uno studio pubblicato su Cell Host and Microbe che afferma potrebbe essere colpa dei batteri che vivono nel nostro intestino.

Secondo lo studio eseguito dal Center for Genome Sciences and Systems Biology della Washington University,”le persone abituate ad una dieta ricca di grassi e calorie hanno un microbioma intestinale in grado di mettere i bastoni tra le ruote alle diete ipocaloriche”, sabotandone quindi i risultati.

Passare da una alimentazione senza regole prevalentemente composta da cibo spazzatura ad un regime alimentare sano senza ottenere i risultati sperati è probabile sia colpa della tenacia di alcuni batteri intestinali “bloccati” che abituati alla cattiva alimentazione sono riluttanti nell’adattarsi al nuovo corretto regime alimentare rallentando il dimagrimento.

”Quando prescriviamo a qualcuno una dieta – afferma Jeffrey Gordon, direttore del Center for Genome Sciences and Systems Biology della Washington University – è importante ricordare che i microbi possono influenzarne i risultati, anche in negativo. Studiando le comunità batteriche presenti nell’intestino siamo riusciti a individuare quali microrganismi sono in grado di promuovere gli effetti benefici di una determinata dieta”

I nutrizionisti nel prossimo futuro potranno contare anche sulla creazione di probiotici specifici per la dieta, un alleato in più per combattere i tanti odiati kg di troppo!

La flora intestinale (insieme dei batteri che vivono all’interno dell’intestino) costituisce una barriera contro i microbi patogeni, un equilibrio essenziale per il nostro benessere infatti quando si altera la flora si è esposti ad attacchi da parte dei batteri “cattivi” ma se abituati ad una alimentazione corretta, sono gli stessi batteri “buoni” a diventare i primi nemici della dieta.

Lo studio è stato eseguito sui topi a completamento di una ricerca analoga del King’s College di Londra e della Cornell University degli Stati Uniti su oltre 400 coppie di gemelli identici, evidenziando come i fattori genetici influenzano la composizione della flora batterica, impattando sul metabolismo dell’individuo, e quindi anche sul suo dimagrimento.

LEAVE A REPLY