Il Miele, torniamo all’antico e limitiamo lo zucchero, meno Antibiotici e addio Malanni!

0
5458

Il cibo degli Dei uno degli alimenti più antichi al Mondo è riuscito a resistere alle mutazioni degli essere umani ed alla scoperta di nuovi prodotti per dolcificare come lo zucchero di canna e di barbabietola.
Troppo limitante definire il miele un semplice dolcificante in quanto possiede infinite funzioni antibiotiche, antibatteriche, lassative, cicatrizzanti e disinfettanti.
Il miele è un prodotto naturale che non subisce trattamenti chimici e visto i suoi tantissimi benefici può essere utilizzato al posto dello zucchero un vero nemico della nostra salute.

Se esiste una sostanza indispensabile per affrontare la stagione fredda imminente, quella è il miele.

ATTENZIONE: Il Miele porta salute al nostro corpo ma non deve essere utilizzato in caso di diabete, allergie e persone in sovrappeso

Elenchiamo i maggiori benefici del Miele:

  • Azione antisettica
  • Fonte energetica immediata per chi pratica sport grazie alla sua rapida metabolizzazione
  • Agisce positivamente sul sistema nervoso aiutandoci a recuperare la forza a livello mentale
  • Il fruttosio (miele) brucia più lentamente del glucosio (zucchero) e persiste più a lungo nell’organismo rilasciando tutti i suoi effetti benefici

Un potente antibatterico

Una delle più importanti funzioni curative del miele (da scegliere sempre grezzo e biologico) è quella antibatterica e antisettica. In questo cibo si forma, attraverso reazioni chimiche naturali, il perossido di idrogeno, cioè acqua ossigenata, che elimina i microrganismi dannosi. Le proprietà battericida e batteriostatica del miele sono legate anche alla sua acidità e alla presenza di enzimi. Il miele aiuta quindi a bloccare le infezioni esterne, come nel caso di ferite e di ustioni, ma anche quelle interne, che sono all’origine di ulcere gastriche.

Col miele non hai più bisogno di ricostituenti

Ricco di zuccheri semplici direttamente assimilabili (glucosio e fruttosio) il miele viene rapidamente trasformato in energia dal corpo. Per questo è indicato come ricostituente in caso di astenia, anoressia e debolezza. Non solo: per lunga e radicata tradizione popolare, il miele è considerato il rimedio per eccellenza in caso di disturbi da raffreddamento e mal di gola, per calmare la tosse, alleviare laringite e faringite. Contro le malattie da raffreddamento sono da preferire i mieli aromatici, ricchi di oli essenziali, come quello d’eucalipto e di timo.

Ci sono moltissimi tipi di Miele che cambiano anche in base al tipo di nettare del fiore di cui le api si sono cibate pertanto avremo il:


Valori nutrizionali (100 gr)

Calorie 304
Grassi 0 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 4 mg
Potassio 52 mg
Carboidrati 82 g
Fibra alimentare 0,2 g
Zucchero 82 g
Proteine 0,3 g
Vitamina A 0 IU Vitamina C 0,5 mg
Calcio 6 mg Ferro 0,4 mg
Vitamina D 0 IU Vitamina B6 0 mg
Vitamina B12 0 µg Magnesio 2 mg

Il Miele è sempre stato molto presente sulle nostre tavole dalla colazione alle tisane prima di andare a letto.

LEAVE A REPLY