Come trarre il massimo dalla Curcuma, ecco gli esempi pratici

0
17066

Spezia dal colore arancio brillante, quasi fosse oro, la curcuma può essere considerata un bene prezioso per il nostro organismo. Già 4000 anni fa gli Indiani ne facevano largo uso, vediamo insieme come iniziare ad utilizzarla.
 La curcuma è una spezia proveniente dal rizoma di una pianta scientificamente chiamata “Curcuma longa” originaria dell’Asia sud-orientale. In commercio è possibile trovare la curcuma fresca o secca in polvere. Molto famosa nella cucina indiana, oggi è spesso presente anche nei nostri piatti ed è un ingrediente di una nota miscela, il “curry”. La sua componente principale è la curcumina, una sostanza che oltre ad essere antinfiammatoria e antidolorifica, aiuta a contrastare il colesterolo. Inoltre è in grado di favorire la digestione, contrastare i radicali liberi ed è stato dimostrato avere poteri antitumorali. Interessante sapere che associare alla curcuma un pizzico di pepe nero e un po’ di olio, aumenta la capacità dell’organismo di assorbire i principi attivi in essa contenuti.

  • Tisana con la curcuma
    • È possibile usare la curcuma per preparare delle tisane che siano un rimedio naturale per la risoluzione di diversi problemi. Di solito la quantità di curcuma in polvere che viene impiegata è di circa 1 grammo per ogni 150 ml di acqua. Si porta l’acqua al bollore e poi si aggiunge la curcuma e si lascia riposare per 10 minuti, per migliori risultati va bevuta a stomaco vuoto. Assunta senza l’aggiunta di altri ingredienti questa tisana ha proprietà soprattutto antinfiammatorie e immunostimolanti, oltre che ad essere un buon digestivo. Associandola ad altri ingredienti si può dar vita a diverse tisane, ad esempio per una tisana depurativa provate ad aggiungere a 20 grammi di curcuma in polvere e 30 grammi di tarassaco, 1 cucchiaino di questa miscela andrà bene per ogni tazza di acqua. Nonostante la curcuma venga utilizzata come un rimedio naturale si consiglia sempre di chiedere consiglio al medico curante prima di assumerla ed evitare l’impiego in caso di gravidanza e allattamento.
  • Frullati con la curcuma
    • Essendo una spezia davvero salutare, con un sapore piacevole, si presta bene anche per la realizzazione di frullati. Se siete alla ricerca di un frullato depurativo provate ad associare ananas, limone, curcuma e zenzero in polvere, vi aiuterà in maniera gustosa a fare il pieno di antiossidanti. Se invece preferite qualcosa di più sostanzioso ed esotico non perdetevi l’accostamento con il frutto del mango, banana, curcuma e latte di cocco, sarà un sinfonia per il vostro palato.
  • Golden milk o latte d’oro
    • Negli ultimi tempi si è diffusa in tutto il mondo la ricetta della bevanda golden milk o latte d’oro, una sorta di “elisir di lunga vita” ideale contro vari problemi soprattutto relativi alle articolazioni e giunture, riduce infatti le infiammazioni e migliora l’elasticità. È un ottimo rimedio per rafforzare il sistema immunitario e per abbassare il colesterolo. Per preparare il golen milk occorrono pochi ingredienti: 1 cucchiaio di pasta di curcuma, realizzata facendo bollire l’acqua con circa la metà del suo peso della curcuma in polvere, fino ad ottenere una pasta densa (la pasta di curcuma potrà essere conservata in frigorifero per 40 giorni); 1 tazza di latte vegetale a scelta; 1 cucchiaino di olio di mandorle o di olio di cocco alimentare e del miele a piacere. Occorre unire tutti gli ingredienti, eccetto il miele che verrà aggiunto alla fine, e mescolare in un pentolino a fuoco dolce fino ad ottenere una miscela densa.
  • Condimento per verdure
    • La curcuma è una spezia che riesce a insaporire ogni pietanza senza dover eccedere con l’uso del sale. Si abbina molto bene a diverse verdure, grigliate e bollite, come zucchine, carote, patate e piselli. Potete utilizzarla insieme all’olio extravergine d’oliva e ad altre spezie, come zenzero, pepe e timo. Provate a bollire le patate e a ripassarle in padella con olio d’oliva, cipolla e curcuma, potrete servire un contorno davvero sfizioso.
  • Bevanda calda digestiva alla curcuma
    • Per chi ha difficoltà digestive è possibile realizzare una bevanda a base di curcuma, zenzero e menta. Adatta per essere assunta dopo pasti abbondanti per facilitare la digestione e, in caso di problemi di gastrite nervosa, con l’aggiunta di camomilla, potrà aiutarvi a ritrovare l’equilibrio del vostro apparato digerente.
  • Detox water con curcuma, zenzero e limone
    • Per realizzare un’acqua detox e aromatizzata ricca di principi benefici per l’organismo occorre mettere in infusione per alcune ore in mezzo litro di acqua tiepida una fetta di radice di zenzero, una punta di cucchiaino di curcuma in polvere e un paio di fette di limone. Una volta filtrata potete bere questa bevanda salutare durante tutta la giornata, anche fresca di frigorifero, vedrete che il fegato e le articolazioni vi ringrazieranno
  • Curcuma e Limone il motore del Super Dimagrimento

Ricapitolando quindi la curcuma è una spezia

 

Fonte: sito internet viveresano

LEAVE A REPLY