Dieta ipocalorica basata sui principi Vegani

0
2663

 

Seguire un regime alimentare Vegano non è sinonimo di Dieta ipocalorica ma se vengono applicate delle piccole accortezze possiamo dimagrire facilmente e seguire una vera e propria filosofia etica che si basa sul rispetto per la vita animale e su una visione non violenta della vita stessa, e che quindi nella quotidianità si traduce nel netto rifiuto di usare, acquistare e consumare – per quanto praticabile – qualsiasi prodotto derivante dallo sfruttamento e dall’uccisione degli animali.

Come in un regime alimentare tradizionale saranno banditi anche se temporaneamente la frittura, condimenti grassi, alcol, dolci e dobbiamo dare un taglio alle porzioni.

Semaforo verde per:

  • Cereali
    • Consumate dalle 6 alle 8 porzioni di cereali al giorno, ognuna delle quali da 80 kcal. Scegliete pane, pasta e riso integrale, grano e crusca. Una porzione corrisponde a 1 tazza per la pasta e la crusca, ½ tazza per il riso e il grano, una fetta di pane.
  • Legumi
    • Consumate da 1 a 3 porzioni di legumi al giorno, calcolando che una porzione da 100 kcal corrisponde ½ tazza di fagioli cotti.
  • Verdure
    • Una porzione di verdure ha dalle 35 alle 50 kcal. Dovete consumarne almeno 4 al giorno, calcolando che ½ tazza corrisponde a una porzione di verdura cotta, mentre 1 tazza a una porzione di verdura cruda. Cercate di variare il più possibile, facendo in modo che almeno una delle porzioni sia di verdura ricca di calcio, per esempio broccoli, cavoli o cavolo nero.
  • Frutta

Bisogna dividere le calorie nei 5 pasti:

  • Colazione
  • Pranzo
  • Cena
  • Due spuntini

Condimenti:

  • Olio d’oliva (max 2 cucchiai al giorno)
  • Spezie ed erbe aromatiche senza particolari limiti

Acqua e bevande:

LEAVE A REPLY