Transaminasi

0
1196

Le transaminasi sono enzimi deputati a catalizzare reazioni biochimiche sugli amminoacidi; pur essendo una famiglia decisamente numerosa, i più utilizzati in medicina sono due alanina aminotransferasi (ALT), chiamata anche glutammato-piruvato transaminasi (GPT).
aspartato aminotransferasi (AST), anche conosciuta come glutammato-ossalacetato transaminasi (GOT),
Entrambi sono presenti soprattutto nel fegato e solo in tracce nel sangue, ma in caso di danni epatici la loro concentrazione nel torrente circolatorio aumenta in modo significativo.

L’aumento della quantità degli enzimi epatici spesso emerge durante analisi del sangue di routine, ma nella maggior parte dei casi i livelli sono solo lievemente e temporaneamente elevati, non associati cioè a situazioni preoccupanti.

Interpretazione

In condizioni di salute ALT è in concentrazione minore di AST, mentre in caso di danno epatico la prima transaminasi diventa pari o superiore alla seconda (fanno eccezione malattie dovute all’alcool, cirrosi e tumori). Se AST è il doppio o più di ALT è probabile che il danno sia causato dall’abuso di alcool.

Un valore di AST elevato in presenza di un valore normale di ALT indica un fegato sano ed un danno in un organo diverso od emolisi.

ALT (GPT)

ALT è presente principalmente nelle cellule epatiche (del fegato). Durante un’epatite virale ed altre forme di malattia epatica i livelli nel sangue iniziano ad aumentare anche prima della comparsa dei segni clinici e dei sintomi della malattia.

Anche le concentrazioni di AST superano i valori normali diventando alti, ma ALT è un enzima epatico più specifico (proviene quasi esclusivamente dal fegato) ed i cui valori persistono più a lungo.

I valori sono considerati davvero preoccupanti quando superano di almeno 10 volte i valori normali, ma possono raggiungere concentrazioni anche 100 volte superiori.

AST (GOT)

L’aspartato aminotransferasi (AST) si trova in alte concentrazioni nel fegato, cuore, muscoli e reni; valori alti possono essere riscontrati anche in caso di infarto, oltre che di danni al fegato.

I valori sono considerati davvero preoccupanti quando superano di almeno 10 volte i valori normali, ma possono raggiungere concentrazioni anche 100 volte superiori.

Valori superiore di circa due volte ai limiti normali potrebbero indicare un problema ostruttivo.

I livelli di AST iniziano ad aumentare prima della comparsa dei segni e sintomi clinici di malattia. Incrementi da cinque a dieci volte i valori normali di entrambe le transaminasi (GOT e GPT) si verificano in pazienti con carcinoma primario o metastatico del fegato, con AST di solito maggiore di ALT, anche se purtroppo i valori sono spesso normali nelle prime fasi di infiltrazione maligna del fegato.

Valori Bassi

Beriberi
Chetoacidosi diabetica
Emodialisi
Gravidanza
Uremia

Valori Alti

Cirrosi
Colestasi
Distrofia muscolare
Eclampsia
Emolisi
Epatite
Gangrena
Infarto
Infarto polmonare
Infiammazione muscolare
Insufficienza cardiaca congestizia
Ipertermia maligna
Ischemia epatica
Malattie renali
Metastasi fegato
Metastasi ossee
Mononucleosi
Necrosi del fegato
Obesità
Ostruzione biliare
Pancreatite
Shock
Sindrome di Reye
Trauma
Trauma cranico
Tumore al fegato
Tumore alla prostata
Ustioni

Valori Normali

ALT (Fonte: Mayo)
Uomini 7-55 U/l
Donne 7-45 U/l
AST (Fonte: Mayo)
Uomini 1-13 anni: 8-60 U/l
Uomini adulti: 8-48 U/l
Donne 1-13 anni: 8-50 U/l
Donne adulte: 8-43 U/l

Fonte

LEAVE A REPLY