Dimagrire la Pancia con il Tarassaco e perdere fino a due taglie in meno

0
1177

 

La radice del tarassaco possiedono proprietà depurative, in quanto stimola la funzionalità biliare, epatica e renale, cioè attiva gli organi emuntori (fegatorenipelle) adibiti alla trasformazione delle tossine, nella forma più adatta alla loro eliminazione (feci, urina, sudore) oltre a proprietà diuretiche grazie ai flavonoidi e in parte i sali di potassio, che stimolano la diuresi favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso. La sua assunzione è perciò indicata in caso di ritenzione idrica, cellulite e ipertensione.

I principali componenti del suo fitocomplesso sono alcoli triterpenici (tarasserolo); steroli; vitamine (A,B,C,D); inulina, principi amari (tarassacina), sali minerali che conferiscono alla pianta proprietà amaro-toniche e digestive.

Queste sostanze hanno anche proprietà

Nei confronti del fegato favoriscono l’eliminazione delle scorie (zuccheri, trigliceridi, colesterolo e acidi urici) rendendo il tarassaco una pianta epatoprotettiva, indicata in caso di insufficienza epatica, itterizia e calcoli biliari.

Stimola, inoltre, le secrezioni di tutte le ghiandole dell’apparato gastroenterico (saliva, succhi gastrici, pancreatici, intestinali) e la muscolatura dell’apparato digerente producendo un’azione lassativa secondaria.

Infine il tarassaco è in grado di riattivare la funzione immunologica e potenziare la risposta immunitaria del sistema linfatico. L’ossido nitrico (NO), in esso contenuto, è implicato nei processi di regolazione e difesa del sistema immunitario: agisce infatti come un messaggero intracellulare stimolando l’attività fagocitaria delle cellule.

Il tarassaco è controindicato in caso di gastrite, ulcera e calcolosi biliare, poiché potrebbe esserne sollecitata la motilità. Si sono registrate interazioni con alcuno farmaci come i diuretici.

Il Tarassaco può avere alcuni effetti collaterali e presentare fenomeni di ipotensione in soggetti predisposti. Può interagire con i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), chi è sottoposto a questo tipo di terapia consulti sempre in ogni caso il proprio medico prima di qualsiasi altra integrazione.

Il grande utilizzo del tarassaco all’interno di regimi dietistici per il recupero della forma fisica è dovuto alle forti proprietà lassative e depurative di questa pianta, a cui si aggiungono gli effetti sul processo digestivo.

Ecco maggiori dettagli:

Diuretico e depurativo: forte diuretico, il tarassaco agisce sui reni stimolando la produzione di urina e, di conseguenza, l’eliminazione di sostanze nocive quali tossine e scorie metaboliche. L’effetto diuretico compare in pochissimi minuti dall’assunzione.

Digestivo: stimolando la secrezione delle ghiandole salivari e biliari, nonché agisce sui succhi gastrici, intestinali e pancreatici favorendo così il processo digestivo.

Fame e metabolismo: grazie alla presenza delle vitamine B e D dà un senso di sazietà e migliora il metabolismo.

INFUSO AL TARASSACO PER AVERE DIMAGRIRE LA PANCIA VELOCEMENTE

L’infuso in questione può essere bevuto da solo, semplicemente mettendo in infusione le radici della pianta in acqua bollente per qualche minuto (ricordandosi di coprire il pentolino o la tazza per non far rilasciare le sostanze volatili della radice).

LEAVE A REPLY