La pizza napoletana è la cosa più buona del mondo, anche l’Unesco ci dice di mangiarla, anche a dieta! (all’interno il link “Dieta della Pizza un sogno che diventa realtà”)

0
1187

La pizza è la cosa più buona del mondo PUNTO, si fa con:

Acqua (circa 100 cc per una pizza)
Sale (qb)
Lievito
Farina di tipo 00 (tra i 150 e i 200 g per pizza)
Condimenti

Dieta della Pizza un sogno che diventa realtà

Semplicissima. Vediamo dal punto di vista nutrizionale cosa vuol dire mangiarsi una pizza.

Partiamo dall’impasto, dove troviamo soprattutto carboidrati. Ammontano a circa 127 g in 170 g di farina (quantità media per una porzione), più o meno il 75% della quota giornaliera totale. Una bella botta. Poi abbiamo i condimenti, che possono aggiungere proteine (salumi, pesce, formaggio) e grassi (olio e grassi animali). In sostanza con una pizza arriviamo tranquillamente a 800 Kcal, quasi il 50 % del totale giornaliero, e non sto contando la birra che d’obbligo l’accompagna.

Ma allora, va bene mangiarla? Partendo dal fatto che mi piace troppo per ridurre il suo consumo ad una corretta abitudine alimentare, c’è da dire che il miglior momento per consumare una pizza sarebbe dopo l’attività fisica. Partita di calcetto con gli amici, uscita in bicicletta di 50 km, match di doppio a tennis, workout di crossfit con il gruppo e poi una bella pizzata, cosa c’è di meglio!? Ecco, consumata così la pizza si può sposare con una dieta equilibrata, così è un’eccezione contenuta, che può andar bene anche tutte le settimane, senza farvi venire i sensi di colpa oddiofaccioschifosonograssoemorirò.

Dieta della Pizza un sogno che diventa realtà

E poi, se si volesse essere ancora più attenti, potremmo avere alcuni accorgimenti.

Ad esempio: mangiare una pizza integrale. Non fate come la scimmia che non vede, non sente e non parla. La pizza integrale non è un abominio, anzi è ancora più rustica e originale come sapore. Le farine che si producevano in casa, artigianalmente, fino a cent’anni fa, e anche meno, non erano di tipo 00, ma conservavano gran parte della fibra del grano e perciò erano integrali o comunque molto più grezze. Una pizza con farina integrale è più facile da digerire, ha meno carboidrati, che inoltre presentano un indice glicemico più basso e “fanno ingrassare meno”.

Inoltre potremmo prendere una pizza senza mille salumi o formaggi ed evitare di aggiungervi sopra ulteriore olio. La pizza alla marinara è perfetta secondo me (tra l’altro è la mia preferita e la più originale, insieme alla margherita).

Comunque, non fatevi paranoie sulla pizza, se volete potete mangiarla senza incorrere in strafalcioni dietetici.

Dieta della Pizza un sogno che diventa realtà

LEAVE A REPLY